gallery/aussie_banner

CHI E' IL PASTORE AUSTRALIANO

CENNI STORICI

Tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento gli antenati di questo cane arrivarono negli Stati Uniti occidentali subito dopo i pastori baschi. Tra i suoi antenati c'è il cane "Pastor vasco" (Euskal artzain txakurra) portato negli States dai baschi, e lo Smithfield, una razza non riconosciuta che pare derivi da un miscuglio di razze creato da pastori australiani. La razza prende il nome dall'Australia ma nasce e si sviluppa negli Stati Uniti. Nel 1957 viene fondata in Arizona l'A.S.C.A. (Australian Shepherd Club of America) e nel 1976 è adottato uno standard unificato.

 

CARATTERISTICHE

• PROPORZIONI IMPORTANTI: La lunghezza misurata dalla punta dello sterno alla punta del sedere, è leggermente superiore all’altezza, misurata dalla cima del garrese al suolo.

• COSTRUZIONE: Solida, con ossatura media. I maschi devono essere mascolini ma senza troppa grossolanità. Le femmine invece femminili ma senza che l’ossatura diventi troppo leggera.

• CARATTERE: Il Pastore Australiano è un cane intelligente e vivace, dotato di un forte istinto per il lavoro. Compagno fedele ,possiede energia sufficiente per lavorare una giornata intera . Dotato di un carattere molto buono è un cane difficilmente rissoso. Può essere qualche volta un po’ riservato verso gli estranei nei primi incontri.

• TESTA: Ben disegnata, forte ed asciutta, nelle dimensioni deve essere proporzionata al corpo. La cima del cranio è piatta o leggermente bombata, può presentare una leggera protuberanza occipitale. Lunghezza e larghezza sono 
uguali. Stop moderato ma ben definito.

• NASO: Nei blue merle e nei cani neri, il naso è nero (come le labbra). I rossi ed i red merle hanno labbra e naso color marrone/fegato. Nei cani merle sono accettate delle piccole macchie rosa sul naso, che non devono superare il 25% del totale del tartufo nei cani con età superiore ad un anno (difetto grave). La lunghezza del muso è uguale o leggermente inferiore alla lunghezza del cranio. Di profilo la linea superiore del cranio e la linea del muso sono parallele, separate da uno stop moderato ma ben definito. Il muso si assottiglia leggermente dalla base al naso ed 
è leggermente arrotondato all’estremità.

• DENTI: Dentatura completa e corretta, con denti forti e bianchi, chiusura a forbice e/o a tenaglia.

• OCCHI: Di colore blu, ambra, marroni di qualsiasi variante o combinazione dei sopra citati colori, incluso punteggiature e marmorizzazioni, sono a forma di mandorla non sporgenti né infossati. I cani blue merle e neri hanno il contorno della palpebra nera mentre quelli rossi o red merle color fegato. E un cane dall’espressione attenta, intelligente, vigile, dallo sguardo acuto ma amichevole.

• ORECCHIE: Di forma triangolare di misura e spessore moderata, attaccate alte sulla testa. In attenzione puntano in avanti verso l’alto o di lato a rosa. Orecchie appuntite (erette) o pendenti sono un difetto.

• COLLO: Forte, di lunghezza moderata, leggermente arcuato nelle linea superiore, ben inserito nelle spalle.

• CORPO: Linea superiore forte, dritta e solida,orizzontale e ferma dal garrese alla punta delle natiche. Groppa moderatamente inclinata. Torace non largo ma profondo: il punto più basso deve arrivare ai gomiti. Costole ben cerchiate e lunghe, non a botte ne piatte; linea inferiore moderatamente rilevata.

• CODA: Dritta, naturalmente lunga o naturalmente corta. Quando tagliata (nei paesi in cui questa pratica è ancora in vigore) o naturalmente corta, non deve superare i 10 cm di lunghezza (10 pollici).

• ARTI ANTERIORI: La loro ossatura è forte, ovale piuttosto che rotonda. Spalla, scapola lunga e piatta, piuttosto aderente al garrese e ben inclinata. Braccio lungo quasi quanto la scapola, si unisce alla linea della spalla quasi ad angolo retto, con arti che scendono dritti, perpendicolari al terreno. Metacarpi di lunghezza media e leggermente inclinati. Gli speroni anteriori possono essere rimossi. Piedi ovali e compatti, con dita ben chiuse e arcuate. Cuscinetti spessi ed elastici.

• POSTERIORI: La larghezza del posteriore è uguale alla larghezza dell’anteriore misurata a livello delle spalle. L angolo approssimativamente retto tra il bacino e la coscia corrisponde a quello formato tra la scapola e l omero. Ginocchio ben definito, garretto moderatamente angolato, corto, che visto posteriormente risulta essere perpendicolare al terreno. Speroni posteriori da rimuovere.

• ANDATURA: Il Pastore australiano ha un andatura calma sciolta e facile, movimento agile con un passo ben bilanciato che copre molto terreno. Anteriore e posteriore si muovono paralleli all’asse mediano del corpo. A maggiore velocità i piedi (anteriori e posteriori ) convergono verso la linea centrale del corpo mentre la linea superiore resta ferma ed orizzontale. Deve essere agile ed in grado di cambiare direzione e velocità repentinamente.

• MANTELLO: Pelo di media tessitura e lunghezza da dritto ad ondulato, resistente alle intemperie. Il sottopelo varia di quantità a seconda del clima. Il pelo è corto e liscio sulla testa, sulle orecchie, sulla parte anteriore delle zampe e sui garretti. Il lato posteriore degli arti anteriori e le coulotte sono frangiati. Mantelli non tipici sono un difetto grave. Il profilo del collare bianco all’attaccatura sulla pelle non deve superare posteriormente il garrese. Il bianco è accettato sul collo con collare intero o parziale, sul petto, sulle zampe e sulla parte inferiore del muso, con lista sulla testa ed estensioni bianche dal basso su fino a 10 cm., misurando da una linea orizzontale al gomito. Il bianco sulla testa non deve essere predominante e gli occhi devono sempre essere completamente contornati di colore. Il colore merle ha la peculiarità di scurirsi con il passare degli anni. I colori dell’australian shepherd 
sono: blue merle, red merle, red tricolor, black tricolor.

• TAGLIA: La taglia ideale è da 51 a 58 cm nei maschi e di 46 a 53 nelle femmine. Comunque la qualità non deve essere sacrificata a scapito della taglia.

 

CARATTERE

Anche se il carattere può variare da soggetto in soggetto, di solito si presenta di natura docile, è un prezioso cane da lavoro, da sempre molto apprezzato nella condotta dei greggi anche se della famiglia dei bovari. In america viene usato nella conduzione delle mandrie di bestiame. Grazie alle sue importanti ed evidenti doti di intelligenza, addestrabilità e agilità si dimostra anche ottimo cane sportivo, come pure pregevole coadiutore dell'uomo, soprattutto come cane anti-droga, cane-guida per ciechi e da salvataggio. Ma l'Australian Shepherd dà anche prova di un grande attaccamento alla famiglia, fattore che lo fa apprezzare sempre più come simpatico e affettuoso amico di vita. È detto anche il "cane che sorride" per una sua particolare attitudine ad alzare le labbra mostrando i denti in quello che non dev'essere confuso per un ringhio. Raramente litigioso con altri cani, si può dire che sta volentieri con i suoi simili.

 

CURE

È un cane rustico che non richiede particolari cure. È sufficiente avere qualche semplice attenzione per il mantello e la salute in genere. Si raccomanda quindi semplicemente qualche spazzolata periodica, un po' di movimento e un controllo per quanto riguarda i parassiti esterni.

 

CONSIGLI

Data la sua indole, che lo ha fatto tanto apprezzare come cane conduttore, con i primi conoscenti potrà essere un po' schivo ed avrà bisogno di compagnia ogni minuto della sua vita: non è un cane indipendente. Per ottenere il massimo dall'Australian Shepherd occorre fornirgli un'educazione coerente.

SEGUICI SU TELEGRAM